Ex schittulliani alla ribalta, la moglie di Vito Perrelli nuovo amministratore STP

Un altro colpo ben assestato alla vigilia delle elezioni amministrative. E sempre ascrivibile alla compagnia degli ex schittulliani e del sodalizio di Alì Bubbà, fortemente ammanigliato alla STP, la Società di Trasporto della ex Provincia di Bari. Dopo la nomina del presidente della Adisu (suo cugino omonimo), dopo il segretario comunale di Triggiano (Pietro Balbino), dalla lampada di Aladino, dopo l’ennesimo “sfregamento” la nomina fresca come una rosa nelle funzioni di amministratore delegato della triggianese Rosa Pastore. Vale la pena sottolineare, oltre alle indiscutibili doti manageriali, che la Pastore è moglie di  Vito Perrelli, consigliere comunale della Maurodinoia & Associati al Comune di Triggiano, ex assessore alla “Trasparenza” della Provincia governata da Schittulli nelle sale ufficiali, e da Alì Bubbà nei corridoi. In tutto questo  c’è la manina suprema, nonché la complicità del sindaco di Bari, Antonio Decaro il quale non disdegna la compagnia della Maurodinoia entrata a pieno titolo nel cerchio magico di Emiliano e più in generale del partito democratico regionale. Il presidente della STP,  Roberto Gargiuolo, rimane lì dov’è almeno fino a settembre dicono i ben informati, mentre il direttore generale Francesco Lucibello è in partenza, ma attualmente con doppio incarico, per poi ricoprire all’Amtab il ruolo di direttore generale. Nel corso dell’assemblea che ha consacrato la new entry triggianese, i soci hanno  approvato il bilancio che nelle casse della società presenta un attivo di un milione di euro.

Annunci