Grazie al Pd il barbiere di Camera e Senato guadagnera’ 136mila euro

A partire dal primo gennaio prossimo i dipendenti di Camera e Senato torneranno a incassare i loro stipendi d’oro. In barba al contenimento della spesa, ai tagli e alle ridicole bugie, gli stipendi di questa Casta sfonderanno in molti casi il tetto dei 240mila euro riservato ai dipendenti pubblici. Avremo dunque barbieri che per una messa in piega guadagneranno 136mila euro l’anno, stessa cifra per gli uscieri e per gli elettricisti che supereranno la soglia dei 150mila euro l'anno. Nelle tasche dei consiglieri parlamentari entreranno 358mila euro, cifra superiore a quella che percepisce il presidente della Repubblica. I tagli deliberati dalla Camera a settembre 2014 sono andati a sbattere contro i ricorsi di diversi dipendenti accolti dalla commissione per il personale. Ma cio' che e' ancor piu' vergognoso e' che la commissione e' composta da tre deputati del Pd. Che così hanno cancellato una norma voluta dal Pd.

Annunci