Sanità, Ruscitti al Policlinico ma ancora nessuna intesa con l’Universita’

Intuiti personae. La locuzione latina si riferisce alla fiducia e dunque alla facoltà di affidare un compito ben preciso ad una persona o ad un professionista individuato per lo svolgimento di un incarico di rilievo. La stessa fiducia che il governatore Michele Emiliano ha riposto nei confronti di Giancarlo Ruscitti, nominato con delibera di giunta commissario straordinario del Policlinico di Bari. Nomina che gia’ si vociferava nei giorni scorsi e che non ha provocato particolari sussulti in una maggioranza solo in apparenza allineata e coperta alla volontà del governatore ad eccezione di Sinistra italiana, ma che attende al varco le nomine dei direttori generali delle Asl pugliesi ancora tutti in discussione. Argomento di primo piano nei corridoi di via Capruzzi ma che evidentemente richiede un grande lavoro sartoriale, tra ritocchi, ritagli ed equilibri che in politica, e soprattutto alla vigilia di elezioni politiche, fanno la differenza. Di certo c’è che della nomina di Ruscitti o della ipotesi Ruscitti pubblicata nei giorni scorsi dai giornali, qualche idea se la sono fatta anche all’Universita’ di Bari in seguito ai rumors e alle anticipazioni fornite dalla stampa. Il provvedimento di nomina varato dall’Esecutivo regionale ieri sera ha probabilmente colto di sorpresa il Rettore dell’Universita’ barese Felice Uricchio raggiunto dalla notizia mentre era all’estero in occasione di una trasferta a scopo scientifico. Per tornare alle cose terrene, la legge regionale n.19/2010 in materia di commissariamento delle aziende sanitarie, al comma 4 recita in questo modo:” per le aziende ospedaliero-universitarie la nomina del Commissario straordinario avviene d’intesa con l’Universita’ degli Studi competente per territorio”. Dunque l’Ateneo entrerebbe mani e piedi nella individuazione del commissario, ingentilendo il termine dell’accordo che dovrebbe essere di comune intesa e proprio per questa motivo di gradimento agli organi accademici. Il Rettore raggiunto ad Atene non si sbottona più di tanto. “L’intesa – precisa Uricchio – perfeziona la nomina in quanto essa stessa è condizione di efficacia. Ma può intervenire anche dopo l’atto della Giunta”. E infatti proprio per questo domani si riunisce la scuola di medicina che affronterà l’argomento mentre nel pomeriggio è in programma l’incontro del Rettore con il presidente Emiliano per “l’eventuale intesa” subordinata alle indicazioni che scaturiranno nella riunione della mattinata. Il termine “eventuale” utilizzato dal Rettore lascia aperto il campo delle ipotesi seminando qualche dubbio che potrebbe farsi strada nel mondo accademico in relazione alla individuazione di Ruscitti alla guida temporanea del Policlinico barese, super manager “gravato” da un accumulo di ruoli e incarichi in materia sanitaria che rischiano di accentrare nelle mani di un unico uomo un potere enorme. Lui o Emiliano ?

Annunci