Triggiano 5 Stelle, Mastrolonardo candidato sindaco (col pappagallo)

Sara’ il trainer Michele Emanuele Mastrolonardo il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle triggianese alle comunali di giugno prossimo. Secondo indiscrizioni la lista sarebbe stata inviata alla Casaleggio Associati in attesa di ottenere la relativa concessione del logo e del brand di Beppe Grillo. Da quel momento in poi il gruppo, ridotto ad un condomio di tre piani a causa di numerose scissioni e abbandoni,  potra’ fregiarsi del marchio di autenticita’ dei pentastellati doc e avviare dunque  la campagna elettorale per conquistare il paese e gli elettori. A quanto pare la lista risulterebbe incompleta. Alcune caselle sarebbero infatti rimaste vuote con una compagine grillaia che si presenterebbe con una decina di nominativi appena. La candidatura di Mastrolonardo (portabandiera in tutti i sensi come si evince dalla foto), porta complessivamente a 5 candidati il numero di aspiranti alla carica di primo cittadino. Il match piu’ importante sara’ quello tra Donatelli e Schiraldi, ed e’ il confronto che mettera’ sale e pepe alla partita. A seguire, dal Cremlino le “giubbe rosse” con falce e martello di Piero Quassia che riporrebbero fiducia in Claudio Battista, mentre a chiudere l’elenco Domenico Petronelli, non nuovo ad esperienze di questo genere, il quale si propone (o dovrebbe, come preannunciato) a capo di un set di liste civiche a suo sostegno. Sulla base dei dati delle amministrative di 5 anni fa, per evitare il turno di ballottaggio bisognera’ conquistare in prima battuta oltre 8mila 500 voti di preferenza per essere eletto sindaco.La battaglia si e’ ormai aperta da giorni con il gioco delle addizioni e delle sottrazioni secondo la logica di mercato della individuazione dei candidati che entreranno in campo. E si conta che l’intero plotone di aspiranti allo scranno di consigliere cominale sara’ composto all’incirca da 200 persone. Sul fronte delle iniziative, questo pomeriggio si inaugura il comitato elettorale di Reset, la civica che fa riferimento alla coalizione di Antonio Donatelli. Dall’altra parte della barricata, l’appuntamento e’ fissato in serata con la presentazione ufficiale della candidatura di Adolfo Schiraldi a capo della coalizione di centrosinistra.

  
 

Annunci