Via libera al programma culturale delle feste:  a Triggiano  in anticipo e a costo zero, in arrivo anche le befane speleologhe 

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte… Non sara’ cosi a Triggiano dove le befane organizzate facenti parte di un gruppo specializzato di speleologi pugliesi, per la magia delle feste e per la gioia dei piu’ piccoli, la sera del 4 gennaio si caleranno dal campanile della Chiesa Madre per dispensare dolci e caramelle. E’ uno degli appuntamenti inseriti nel fitto calendario di iniziative ludico-culturali messo a punto dal Donatellum che gia’ dal giugno scorso aveva accumulato vagonate di carbone da regalare a molti. Accade quindi che con debito anticipo rispetto ai secoli scorsi, il Comune di Triggiano ha messo a punto una serie di iniziative che a partire da novembre e fino alla prima decade del nuovo anno animeranno la vita cittadina. Non e’ poco poiche’ dopo la desertificazione, ovvero dopo aver toccato il fondo e la noia e il pianto greco di qualche assessore che si parava il sedere con l’alibi del bilancio, si comincia ad intravvedere in lontananza un po’ di vegetazione. Ci auguriamo che non sia un miraggio. Stando ai depliant prossimi per la stampa, possiamo affermare che il lavoro di programmazione svolto dall’assessore alla cultura Annamaria Campobasso coadiuvato da giovani consiglieri e dal suo team, ha prodotto qualcosa di innovativo. Sia chiaro, in termini di novita’ ci riferiamo a Triggiano. E la principale novita’ sta nel fatto che l’intera produzione non pesera’ neanche un euro sulle casse comunali. Tutto e’ a costo zero con buona dose di creativita’ e soprattutto di impegno e collaborazione. In fondo e’ quanto ha chiesto il sindaco alla sua squadra sin dal suo insediamento. Qualita’ quelle citate che nel passato sono sempre state assenti vuoi per pigrizia, per incapacita’ e forse anche per indolenza. Ma tant’e’, alla fine in fondo al tunnel ci puo’ sempre essere una luce. Tornando al concreto, diamo alcune anticipazioni che costituiscono poi l’oggettivita’ della notizia, fino a prova contraria. E allora mettiamoci tra le sagre novembrine oltre a quella regina del cavatello, la sagra della castagna e del vino novello il 10 novembre, l’incontro sul RED (reddito di dignita’) l’8 novembre, Rhum e Cioccolato del Caffe’ Sospeso il 10, la presentazione della Riforma Costituzionale l’11 novembre, l’omaggio alla musica dal 12 al 16, il cineforum Snoopy and Friends il 13, la collettiva d’arte dal 18 al 20, la rassegna alternativa La Morte ti fa Bella di un gruppo di artisti indipendenti. Se cultura e’ non mancheranno sempre a novembre incontri dai temi piu’ disparati: a scendere in campo sara’ a piu’ riprese l’Archeoclub con “Il sacro incontra il profano” il 20 novembre, la giornalista Carmela Formicola il 17 con la Sinfonia dell’Odio, il salotto delle arti con Sonar Leggendo il 5 e 6 per chiudere il mese con un incontro di sensibilizzazione di un chirurgo plastico sugli effetti devastanti dei petardi a Natale. Ancor prima l’esibizione della Virgo Fidelis dell’associazione dei Carabinieri (sezione triggianese) e l’esposizione di presepi dell’associazione Antheas. Altrettanto intenso il programma di dicembre: Suoni Animati e’ l’iniziativa in programma alla scuola Rodari cosi’ come l’allestimento dell’albero di Natale ecologico la mattina del 4, la XIII sagra del pane e dell’olio, il cineforum per i piu’ piccoli “I pinguini del Madagascar”, I suoni del Natale di BeSound, la magia del coro delle “donne che cantano e incantano”, la mega tombolata a scopi solidali dell’Altra Via, il concerto di Natale, la Cena della Solidarieta’ per chiudere l’anno col presepe vivente del 26 e 27. A salutare il nuovo anno sara’ l’associazione musicale BeSound con “Tutti pazzi per la musica” il 2 gennaio, il 4 con le befane speleologhe e il 6 con i Re Magi.  

Annunci